immagine macchina da scrivere

QUALCUNO TIFAVA PER ANTOGNONI….

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Blog

Qualcuno tifava per Antognoni perché sembrava nato per avere la maglia viola, i calzoncini neri e il 10 sulle spalle.

Qualcuno tifava per Antognoni perchè nelle interviste offriva un italiano basic ma in campo con i piedi era Delitto e castigo, Il Rosso e il nero, Guerra e pace.

Qualcuno tifava per Antognoni perché quando giocava guardava le stelle, qualche scorcio di infinito lo vedevamo anche noi che lo tifavamo.

Qualcuno tifava per Antognoni perchè, come Gigi Riva, aveva detto no alla Juventus.

Qualcuno tifava per Antognoni perché magari poi si sarà pure pentito di non essere andato a Torino, ma anche Garibaldi avesse visto il dopo mica l’avrebbe fatta lItalia.

Qualcuno tifava per Antognoni perché morire in campo con la maglia viola era stata davvero una tragica possibilità e non un titolo esagerato di Tuttosport.

Qualcuno tifava per Antognoni perchè Brera lo snobbava, Arpino voleva Zaccarelli e poi Dossena al suo posto in Nazionale e in una telecronaca Ennio Vitanza lo definì «nemmeno un giocatore di calcio».

Qualcuno tifava per Antognoni perchè i tifosi viola hanno sempre guardato con uggia ai cantori del potere.

Qualcuno tifava per Antognoni perchè in Nazionale Causio, Bettega e Tardelli non gli passavano mai la palla, ma Bearzot lo faceva giocare lo stesso, vincendo per questo un Mondiale.

Qualcuno tifava per Antognoni perchè lo riteneva più forte di Pelé e di Cruyff e probabilmente non lo era. Ma era bello lo stesso innalzare una bandiera pulita in un calcio vero. 

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento