immagine macchina da scrivere

QUATTRO SENATORI E UN FUNERALE

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

Com’era prevedibile, la nomina di 4 senatori a vita ha scatenato l’ironia del web. «Per stare in Parlamento ci vuole un fisico bestiale», ha scritto uno a proposito di Rubbia. «Napolitano ha nominato una biologa e un fisico per capire se c’è vita nel Pd», ha aggiunto un altro, mentre un terzo ha plaudito alla scelta di Abbado («Se non altro la nave affonderà con un’orchestrina che suona da dio») e un quarto si è detto non dispiaciuto per Silvio, «visto che in fondo è già senatore a vita breve». Battute. La cosa più comica, però, l’ha detta il leghista Salvini, furioso perché i 4 «prenderanno soldi senza essere stati eletti da nessuno». Come se quasi tutti i parlamentari, grazie al Porcellum, non fossero nella stessa condizione di “eletti da nessun elettore”. Nominati per nominati, forse sarebbe preferibile un Parlamento fatto di musicisti, architetti, ricercatori e scienziati di fama internazionale, che non di riscaldatori di sedie messi lì solo perché fedeli alla segreteria di turno del partito.

Trackback dal tuo sito.