immagine macchina da scrivere

APOLLO ALLE MANDORLE

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

La notizia che anche la Cina ha conquistato la luna con la navicella “Coniglio di Giada” («E’ la quarta dall’alto nel menù», ha scritto un burlone) ha ovviamente scatenato l’ironia del web. «Hanno già aperto tre parrucchieri, un negozio di vestiti e un ristorante tipico», ha scritto uno. «Ora per le maree dovremo inserire la moneta», ha ipotizzato un altro mentre un terzo ha ribattezzato la missione in «Apollo alle mandorle». Battutacce ingrate — potrebbe dire qualcuno — che riflettono un’immagine distorta che abbiamo di Pechino. Errore. L’Italia, infatti, in quanto a collocazione spaziale non può dirsi seconda a nessuno. Perché se è vero che la Cina in 30 anni di lavoro è riuscita ad andare sulla luna, noi in 30 di lavori siamo riusciti a non fare andare le auto sulla seconda corsia della Salerno – Reggio Calabria. Dimostrando che le vere cronache marziane sono quelle del nostro Paese.

 

Trackback dal tuo sito.