immagine macchina da scrivere

ARANCIATA MECCANICA

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

A Brumano una nonnina di 87 anni ha trovato nel frigo una bottiglia di plastica con un liquido arancione. Pensando fosse aranciata, l’ha bevuto. Invece era liquido refrigerante per auto. Soccorsa, ora non é in pericolo di vita e neppure di ebollizione. «Macché, va come un autotreno» pare abbian detto i medici. I nipotini, più caustici, le hanno invece chiesto: «Nonna, ma se ora si rompe il condizionatore puoi soffiare te?». Battute, che di solito germogliano di fronte ai casi insoliti. Anche se questo caso tutto sembra tranne che insolito. Il nostro, infatti, è un Paese abituato a bere a boccia di tutto. Da chi prometteva milioni di posti di lavoro a chi annunciava che avrebbe tagliato i privilegi dei partiti fino a chi giurava che in caso di sconfitta sarebbe andato in Africa: o quante ne abbiano tracannate di promesse imbevibili dai politici? Perché, dunque, ironizzare con la nonna del paraflu? Lei almeno credeva fosse Fanta. Noi, invece, pur sapendo che sono tossiche porcherie elettorali, ogni volta le mandiamo giù. Basta non prendersela se poi l’Europa ci costringe a continue lavande gastriche.

Trackback dal tuo sito.