immagine macchina da scrivere

DA BALE A COSSUTTA

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

Sta indignando molti il fatto che il Real Madrid sborsi 100 milioni di euro al Tottenham per comprare un calciatore come Gareth Bale. Poi uno pensa che l’ex presidente Alitalia Giancarlo Cimoli, fra poco a giudizio per il crac della compagnia, se ne andò con 5 milioni di buonuscita dopo averne presi altri 7 dalle Ferrovie. L’ex ad di Mps Antonio Vigni guadagnava invece 4.309 euro al giorno e, dopo aver trascinato la banca nel pantano, se n’è andato con 4 milioni di buonuscita. Non solo manager. Il segretario generale della Camera prende 450.000 euro l’anno (più di Obama e il doppio del Re di Spagna) alcuni commessi 150.000 e il barbiere 136.000, mentre come buonuscita per la non rielezione Cossutta ha intascato 350.000 euro, Fini e Mastella 300.000 e Livia Turco 215.000. Per non parlare del pensionato Telecom che ogni mese riceve una pensione di 91.000 euro. A pensarci bene, visto il rapporto emozioni/costo, il Tottenham al Real Madrid Bale l’ha quasi regalato.

Trackback dal tuo sito.