immagine macchina da scrivere

GRANE PADANE

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

Forse pensando alla vicenda di per sé  straordinaria di Lazzaro, Umberto Bossi (“Uno che si spezza ma non si spiega”, come disse di lui La Russa) ha annunciato che si ricandiderà alla segreteria della Lega contro i voleri di Maroni. La Piccola Vendetta Lombarda, si potrebbe titolare se questo tutto facesse tranne che rimandare al libro Cuore. Ora: non si sa se i fan del senatur abbiano festeggiato l’evento con rutti, pernacchie e diti medi al cielo, com’è nello stile sobrio della casa. Ma in fondo la notizia non dovrebbe scandalizzare più di tanto. Se Formigoni e Rutelli, Rosy Bindi e la Polverini, Alemanno e Bersani, sono ancora lì a pontificare nonostante le sfrombolate elettorali che hanno subito, prendersela solo con un metafisico politico padano (quello che quando diceva: “Ce l’ho duro” probabilmente si riferiva al figlio) sarebbe accanimento di bassa lega. In fondo Bossi & tutti gli altri sono la metafora perfetta per raccontare al Mondo l’Italia politica di oggi. Il nuovo che arranca.

Trackback dal tuo sito.