immagine macchina da scrivere

IL NOBEL ALLA PACE ETERNA

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

images

 

La notizia che Putin è in corsa al Nobel per la Pace ha stupito il mondo: «Ma è quella eterna?» si è chiesto dubbioso uno. «Putin invade l’Ucraina e riceve la candidatura al Nobel per la Pace. Figuriamoci cosa farebbe se lo candidassero al Telegatto», ha aggiunto un altro, mentre un terzo si è chiesto se l’invasione della Crimea «fosse stata presentata fuori concorso» e un quarto ha voluto sapere se il «premio verrà consegnato a Oslo, in Russia». Battute, che svelano il decadimento del premio. Che il Nobel sia oramai una burletta internazionale attendibile quanto un sondaggio di Gianni Pilo, gli italiani se ne erano infatti già accorti quando l’improponibile Dario Fo si aggiudicò quello della letteratura. Al che, per equità, non si vede perché oggi il dottor Zigulì non possa essere in corsa per la Medicina, l’Idrolitina per la Chimica e Luca Giurato per la Letteratura. Perché, dunque, stupirsi per Putin Nobel alla pace? Non solo l’idea è disarmante, ma è anche il modo migliore per dare coerenza a un premio creato da un dinamitardo.

La Nazione _ 7 marzo 2014

Trackback dal tuo sito.