immagine macchina da scrivere

IL PENSIONATO EROE

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

Per aver trovato e restituito un borsellino con 7000 euro dentro, il pensionato Luigi Musazzi s’è guadagnato la prima pagina di un quotidiano proprio come succede con i fatti clamorosi, qualcuno che guarisce a Medjugorje (anche se stando accanto a Brosio tutti sembrano star meglio), Lapo Elkan che parcheggia nelle strisce. Poi però uno ci pensa su e gli viene il sospetto che il pensionato Musazzi non sia un eccentrico ma l’esponente di quella maggioranza di persone perbene che sfugge all’occhio dei media. Per ogni Fiorito o Lusi che considera un traguardo esistenziale spolpare le casse pubbliche per il gozzoviglio proprio, c’è infatti un esercito di gente silenziosa che continua a considerare l’onestà un fatto naturale come la pioggia, il vento, la musica. Sì, accanto ai predatori parlamentari della dignità (che son lì proprio grazie alla timidezza degli onesti) c’è un mondo intero che si comporta come Musazzi. Anche se giornali e tv son costretti a occuparsi così tanto dei primi da averci quasi convinto che questi non esistano più.

La Nazione _ 25 ottobre 2013 

Trackback dal tuo sito.