immagine macchina da scrivere

KILLING IN THE RAIN

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

Forse perché storditi dai mille affanni quotidiani, in Italia è passata quasi inosservata la notizia del martirio di Noor Basra e Noor Sheza, due sorelle di 15 e 16 anni uccise con la madre in Pakistan da un commando. La loro colpa? Essersi fatte filmare col telefonino mentre ballavano sotto la pioggia. Vengono i brividi. Pare che a commissionare l’omicidio sia stato il fratellastro Khutore, che avrebbe così lavato l’onore della famiglia per quel video in cui le due ragazze, velate e vestite in abiti tradizionali, ridevano e accennavano alcuni passi di danza sotto la pioggia. «E’ un’offesa a Dio», pare abbia detto costui ai poliziotti che lo arrestavano. Ora: credo che se nei Cieli c’èun Dio, non potrà non avere orrore pure lui per chi si è macchiato di così tanta atrocità in suo nome.Maciò che sgomenta, mille anni dopo le crociate, è come il mondo sia riuscito a sconfiggere molti dei suoi demoni medievali ma non ce l’abbia fatta a bandire l’intransigenza cieca del fanatismo religioso. Senza, purtroppo, che si intraveda un nuovo Umanesimo a indicare la luce per uscire dalle tenebre.

Trackback dal tuo sito.