immagine macchina da scrivere

PEZZI D’ITALIA VENDESI

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

AAA. pezzi d’Italia vendesi. Mentre Telecom passa agli spagnoli di Telefonica (“Hanno esagerato con l’offerta mobile” ha commentato uno su internet. “Era ovvio avendo come presidente Franco Bernabeu”, ha aggiunto un altro, mentre un terzo si è detto convinto che così “s’è preso il toro per la cornetta”), nei prossimi giorni anche I’Alitalia, compagnia di bandiera famosa per lo slogan: pranzo a Roma, cena a New York e bagagli a Bombay, potrebbe passare nelle mani straniere di Air France. E lo farà per un piatto di lenticchie, dopo essere costata ai contribuenti italiani 5 miliardi di euro, vale a dire più dell’Imu e dell’Iva al 21% messe assieme. Cinque anni fa gli industriali “patrioti” che che rilevarono l’azienda per impedire che passasse in mani francesi, da Colaninno a Corrado Passera passando per Tronchetti Provera e Marcegaglia, vennero chiamati “capitani coraggiosi”. C’è dunque da pensare che se erano “caporali codardi” oggi Alitalia sarebbe nelle mani di Air Tunisia.

Trackback dal tuo sito.