immagine macchina da scrivere

TORRI STORTE

Scritto da Stefano Cecchi . pubblicato in Buongiorno Nazione

download (4)

Un boato e in una nuvola di fumo la Torre di Pisa crolla al suolo. E’ il video che sta spopolando in queste ore sul web. Niente di strano. Facebook è il postino dei nostri tempi che nessun cane azzannerà e, per questo, il luogo dove si spedisce di tutto. Anche ritoccato. Una cabina del telefono dove, come Clark Kent, ognuno può trasformarsi in un falso Superman secondo i propri desiderata. Così c’è il politico trombato al consiglio di quartiere che dà lezioni di politica estera a Obama; l’ufficio stampa che spiega come non dovrebbe essere prono il giornalismo; condomini che se si incontrano in ascensore non si parlano e poi pubblicano al mondo le loro foto seminudi e i propri gusti sessuali; il precisino che perde più tempo a programmare la vacanza che a farla; quello che non trova la camicia e la cerca con Google e chi fa il filosofo per aver letto un libro di Fabio Volo. Roba da far pensare che i bombaroli buontemponi anti Pisa abbiano sbagliato obiettivo: e se quella Torre avesse ragione e fosse il mondo ai tempi di Facebook a essere storto?

La Nazione _ 3 aprile 2014

Trackback dal tuo sito.